Gossip News » vip » Myriam Catania, il retroscena su Luca Argentero: “Non è mio amico ma è stato il primo a sapere della gravidanza”

Myriam Catania, il retroscena su Luca Argentero: “Non è mio amico ma è stato il primo a sapere della gravidanza”

luca-argentero-myriam-catania

Myriam Catania è al settimo cielo. L’attrice e doppiatrice diventerà presto mamma per la prima volta di un maschietto. La cicogna è arrivata dopo l’incontro con il compagno Quentin, con il quale è stato un colpo di fulmine.

MYRIAM CATANIA, IL RETROSCENA SU LUCA ARGENTERO

Ai microfoni del settimanale Grazia, Myriam Catania racconta l’emozione che sta provando all’idea di stringere presto tra le sue braccia il suo bambino. “L’idea di crescere un uomo mi intriga. L’universo maschile mi attrae, l’ho sempre sentito affine” – afferma l’attrice che sul suo compagno dice – “Con Quentin è stato un colpo di fulmine. Lui dice che la prima volta che mi ha visto gli si è fermato il cuore. Per me è stato lo stesso. E sono state farfalle nello stomaco. Seguo l’istinto e vado avanti”.

Il discorso si sposta su Luca Argentero che è stato il primo a sapere della gravidanza: “È stato il primo a saperlo, mai avrei voluto che ne venisse a conoscenza da altri, nel modo sbagliato. Lui è davvero una persona stupenda, ha capito, mi ha accettato per come sono, mi ha dato affetto, consigli e non mi ha mai trasmesso rabbia o sentimenti negativi. Lo vorrò sempre nella mia vita”.

Nonostante tra i due ci sia un attimo rapporto, Myriam Catania spiega di non considerare Luca Argentero un amico: “Di sicuro non è un amico, ma ci vogliamo un gran bene. Siamo stati felici per molti anni ed è stata dura chiudere la nostra storia. Ma arriva un momento in cui si diventa altro e per non rovinare il bello che c’è stato bisogna confrontarsi e andare avanti”.

I loro rispettivi partner, infine, non sarebbero gelosi del loro passato: “I nostri partner non subiscono il nostro rapporto passato, ci mancherebbe. Io e Luca ci sentiamo raramente, ma sappiamo che ci saremo sempre l’uno per l’altra”.