Grey’s Anatomy, Ellen Pompeo: “Sono stufa del mio personaggio”

GREY’S ANATOMY ELLEN POMPEO – Grey’s Anatotomy, giunto alla sua nona stagione, ha regalato ad Ellen Pompeo il successo e la fama internazionale. L’attrice, però, sembra essere stanca del suo personaggio soprattutto per le storia assurde che gli autori sono costretti a scrivere per far andare avanti il telefilm. Intervistata da Tvguide, la Pompeo ha ammesso di non approvare il medical-drama:

La ABC apprezza molto il mio lavoro e si è superata, sarei una st***a a non ammetterlo. Ma per fare andare avanti la storia, gli autori sono costretti a scrivere cose assurde. Per quanto cinica e spossata possa essere a volte, la verità è che ovunque io vada la gente si illumina quando parla dello show. Non posso ignorarlo, è una cosa che significa molto”.

La storia di Meredith, però, l’ha stancata: “La verità è che qui sono accadute 50 milioni di cose brutte – ammette l’attrice – Cristina (Sandra Oh), nel finale dell’ultima stagione, fa un discorso su come sia deprimente vedere le persone morire. Sono contenta che dica queste cose, perchè rispecchia il genere di assurdità che gli autori devono scrivere nelle serie tv”.