Belen denunciata dal Codacons per aver cacciato Gianni Morandi e Selvaggia Lucarelli

belen selvaggia gianniTutto è cominciato con l’epic fail di Gianni Morandi su Instagram, quando la moglie del cantante, Anna, ha per errore pubblicato parte di un messaggio rivolto a lei sul social, rivelando di essere lei a occuparsi di Instagram al posto del marito. Gianni Morandi ha subito spiegato lo “scivolone” social chiarendo la situazione, ma ormai in molti ne avevano parlato.

Tra questi anche Selvaggia Lucarelli, che aveva affrontato la cosa con la sua solita dose di ironia e simpatia. Selvaggia non ce l’aveva certo con Morandi, e lui l’ha capito subito. Tanto che, i due, hanno deciso di vedersi per un caffè.

Ed ecco l’increscioso incidente: il cantante e la blogger si sono incontrati ieri al Ricci di Milano, locale gestito da Belen Rodriguez (arcinemica della Lucarelli) e Joe Bastianich. Peccato che, a metà caffè, una cameriera abbia letteralmente cacciato Selvaggia e Gianni dal locale, dicendo che non erano graditi alla titolare.

La Lucarelli ha raccontato l’accaduto su Facebook, e la notizia ha cominciato subito a circolare, arrivando al Codacons, che ha deciso di intervenire presentando un esposto alla Guardia di Finanza contro i gestori del locale per violazione delle norme sull’accesso dei clienti ai pubblici esercizi.

Come spiega il Codacons, un esercizio pubblico non può mai cacciare un cliente, a meno che non esista una giusta causa. Come recita l’art. 187 del regolamento di esecuzione del TULPS (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza): “Salvo quanto dispongono gli articoli 689 e 691 del codice penale, gli esercenti non possono, senza un legittimo motivo, rifiutare le prestazioni del proprio esercizio a chiunque le domandi e ne corrisponda il prezzo. Le violazioni, ai sensi dell’art. 221/bis, comma 1 del TULPS, sono soggette alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 516,00 a euro 3.096,00”.

Se la Finanza stabilità che i gestori del Ricci hanno effettivamente violato la normativa, verrà stabilita una sanzione da pagare.