Parigi, trovata la 130esima vittima degli attentati: si trovava a casa sua

Secondo quanto riportato dal quotidiano bretone Ouest France, le vittime della strage di venerdì scorso a Parigi potrebbero essere salite a 130.

Il nome dell’ultima vittima degli attentati (o degli scontri a fuoco con la polizia) è Stephane Hache.

Stephane aveva 52 anni, era un maitre d’hotel ed è morto perché qualche tempo fa aveva affittato un appartamento che dava proprio sul retro del teatro Bataclan. Ad uccidere Stephane, ritrovato deceduto nel suo appartamento con un proiettile nella schiena, sarebbe stata una pallottola vagante. La finestra che si affacciava sul teatro della strage era spalancata.

Non è ancora stato accertato se la pallottola sia stata sparata da uno dei terroristi o dalla polizia durante il blitz nel teatro ma in fondo poco importa. La famiglia che risiede a Sables-d’Olonne, nella Vandea e che da quel tragico 13 novembre non aveva più avuto notizie di Stephane, oggi piange la morte di un altro innocente.