In questi giorni anche le vostre bacheche Facebook saranno state costellate dall’immagine del nuovo Pandoro Melegatti in edizione limitata col bel faccino di Valerio Scanu stampato a grandezza naturale sulla scatola. Un’idea, quella nata dalla collaborazione tra il cantante e Melegatti, che ha suscitato per lo più ironia sui social.

Ma l’importante è che se ne parli, giusto?

Selvaggia Lucarelli, tuttavia, ha fatto notare una nuova campagna Melegatti che farà invece discutere. Protagonista una coppia intenta a far colazione a letto dopo una notte d’amore. Ma se la foto in sé è del tutto innocente, il claim lascia un po’ a desiderare: “Ama il tuo prossimo come te stesso, basta che sia figo e dell’altro sesso” recita un titoletto azzurro.

Amici di Melegatti, capisco che il Pandoro con la faccia di Scanu non sia stata l’idea migliore del secolo e di fronte all’ilarità delle rete vi siate chiesti come si potesse rimediare – ha scritto la Lucarelli su Facebook – ma ora buttarla sull’ode all’eterosessualità mi pare troppo. Tra Scanu e la famiglia tradizionale c’è un mondo di sfumature, raccontate quelle anzichè collezionare gaffe in tutti i luoghi e in tutti i laghi.

 

L’azienda deve essersi accorta dell’epic fail e ha così deciso di cambiare il claim in “Ama il tuo prossimo come te stesso, basta che sia figo e del sesso che vuoi“.

12250027_10153298301380983_4567565115176820844_n

12250131_1286628548029411_3668691376615423018_n