Scrivi un commento razzista e te lo ritrovi su un cartellone in piazza: la curiosa iniziativa

“Razzismo virtuale? Conseguenze reali”. Questo il motto dell’iniziativa messa in atto dalla ong Criola per sensibilizzare la popolazione brasiliana sugli effetti del razzismo in tutte le sue forme, anche in quella virtuale.

L’associazione si è messa alla caccia di commenti razzisti sui social network e in particolare su Twitter. Quando ne trova uno, cerca di localizzare attraverso il geotag la zona in cui vive o lavora l’utente e poi acquista uno spazio pubblicitario da quelle parti. Ed è così che, poco dopo la pubblicazione del commento, l’utente si ritrova il proprio tweet pubblicato a caratteri cubitali su un mega cartellone appeso fuori casa o nelle zone che frequenta.

Naturalmente per rispetto della privacy e per non fomentare ulteriore odio, l’associazione si preoccupa prima di oscurare nome utente e foto di profilo dell’autore del commento, che tuttavia non faticherebbe a riconoscersi subito se si imbattesse nel cartellone.

Nel video qui sotto alcune reazioni dei passanti: