Valeria Golino, empatica ma non simpatica: “Non voglio piacere a tutti”

Valeria Golino ha appena appoggiato sul comodino il suo ennesimo trofeo: la Coppa Volpi come miglior attrice, vinta a Venezia. E a 50 anni compiuti non ha alcuna intenzione di fermarsi qui, anche perché in versione donna di mezza età è ancora più sexy…

“Dicono che sono seduttiva? Ma forse quello che qualche volta viene definito seduttivo connota un voler portare a sé le persone, un potere che vuoi avere su di loro – ha dichiarato Valeria a Vanity Fair – Non per scagionarmi, ma negli anni ho imparato a capire come sono, certi comportamenti, e penso che quello che viene preso per seduzione spesso sia invece un relazionarsi alle persone, un esserci. Mi va bene che pensino che io sia maliarda. La cosa che però mi riempie davvero, e mi annoia di meno, è entrare in relazione con le persone. L’empatia con gli altri mi arricchisce, mi piace”.

Empatica sì, ma non per forza simpatica: “Ormai non voglio più piacere a tutti. Forse da più giovane era qualcosa di generico, era un vuoto che cercavo di colmare. Adesso scelgo le persone. Se piaccio sono contenta, ma non a costo di snaturarmi, di dire cose che non direi. Questa cosa si è trasformata negli anni, è più consapevole e meno bisognosa. Anzi, l’idea di non piacere, di dire cose scomode, mi fa sentire più libera”.