Gianni Morandi: “La mia prima volta? Mi volli spogliare nudo ma era pieno di…”

gianni-morandi1_392452Oggi la donna della sua vita si chiama Anna, ma Gianni Morandi ha avuto almeno altri tre grandi amori nella sua vita, come ha confessato a Vanity Fair. C’è naturalmente Laura Efrikian, la sua prima moglie. Le cose tra loro non funzionarono, ma Gianni e Laura fecero di tutto per fare in modo che il divorzio non intaccasse la felicità dei figli:

Era il 1976, 1977. Mia moglie se ne andò di casa, decise che era meglio così, che fossero loro a rimanere dov’erano cresciuti. Il distacco non fu così violento, ma forse ha influito. Per esempio, il fatto di non avere più un’educazione comune da parte di entrambi i genitori.

E poi c’è Gianna, la ragazzina a cui Gianni ha dedicato più e più volte Io che amo solo te (di Sergio Endrigo, ndr).

Ancora oggi quella canzone mi fa venire i brividi. Mi ricorda di una ragazzina a Bellaria, Gianna. C’era un jukebox, ogni volta che lei arrivava mettevo dentro 50 lire, spingevo i tasti H e 2 e partiva. A quel punto mi giravo dall’altra parte, mi vergognavo che si accorgesse che era dedicata a lei.

E poi ci fu la giovane che gli fece vivere la sua prima volta…

Era sempre il 1962. Ma non era la Gianna. Era una ragazza di Vigevano che faceva la tata. Le confessai che non lo avevo mai fatto. Aveva quattro-cinque anni più di me, le feci tenerezza. Ci demmo appuntamento su un prato. Portai una coperta, avevo un’ansia, ma lei mi rassicurò, aggiustò tutto. Mi ricordo le zanzare. Perché io mi volli spogliare nudo. Non le dico, quante zanzare.