X Factor 2015, le emozioni di Giosada: “Ho vinto per la bellezza? Vi dico che…”

Il vincitore della nona edizione di X Factor è il barese Giosada che ha battuto all’ultimo duello gli Urban Strangers. Dopo la sbornia per la vittoria, il cantante barese della squadra di Elio ha rilasciato le sue prime impressioni.

x factor giosadaX FACTOR 2015, LE PAROLE DI GIOSADA

Anche io non mi aspettavo assolutamente di vincere, sapevo che gli Urban stavano andando forte. Però è andata così (ride, ndB). Sono molto soddisfatto, sono contento… e sono contento perché Elio è contento. Dopo che Alessandro Cattelan ha detto ‘… sei tu Giosada’, non ho capito più niente”, ha dichiarato il vincitore di X Factor.

La bellezza ha influito sulla vittoria?Sarebbe inutile dire di no. Ma io non c’ho mai pensato, ho fatto punk per dieci anni. Lì l’immagine non conta, conta solo come suoni e con quale intensità. Sono cresciuto così, non ho mai dato importante all’immagine. Però so che sicuramente ha aiutato”, racconta il cantante a Blogosfere.

Sulla musica che farà: “Mi piacerebbe alternare qualcosa di cantautorale e tranquillo a qualcosa di più rock ed arrabbiato. La musica mi piace perché si può variare, non mi piace avere limiti. Il bello è passare da un genere all’altro”.

Giosada ringrazia Elio:E’ una persona capace di coinvolgerti, si vedeva che era molto coinvolto. Lui e Tafuri ci sono stati vicini, ogni loro scelta è stata calcolata. Riuscivano sempre a trovare la canzone più giusta per la mia personalità, è stata la loro determinazione a portarci avanti”.

Sull’inedito Il rimpianto di te: “Abbiamo avuto solo quattro giorni per fare l’inedito. Sono contento del risultato perché è stato difficile chiuderlo. E’ solo una prima canzone… poteva sicuramente uscire meglio, non mi identifica al 100%: sono io, ma sono anche altro”.

La possibilità di partecipare a Sanremo 2016: “Mi è stata annunciata giovedì questa opportunità. E’ ancora in forse. Se c’è un pezzo che sento mio e abbia un senso, ok. Altrimenti meglio di no, sarebbe una zappa sui piedi, rischierei di bruciarmi subito. Non è una situazione semplice. Non c’è ancora un pezzo, stiamo capendo. La mia priorità è tornare a suonare sui palchi con la mia band e tornare a quello che ho sempre fatto. La mia band suonerà con me, è una delle condizioni che ho subito voluto mettere in chiaro. Non mi sono presentato alle Audizioni con loro perché sarebbe stato molto più difficile”.