Napoli: il tribunale toglie 9 figli a Carmela e Pasquale, il motivo è inquietante

20151213_c5_20151213_c2_mammano_textRione Stella, Napoli. Mamma Carmela (36 anni) e papà Pasquale (45) avevano appena festeggiato la nascita del loro decimo figlio quando il Tribunale dei Minori ha deciso di portar via i primi 9 bambini della coppia, alcuni dei quali sarebbero già pronti per l’adozione.

Una notizia che sconvolgerebbe qualsiasi genitore. Ma aspettate a parlare di ingiustizia. Già perché Carmela e Pasquale vivevano con i loro 10 figli in un monolocale, in una situazione di indigenza e forte degrado, come comunicato dal Tribunale.

Il provvedimento sarebbe scattato il 29 ottobre dopo “gravi elementi di pregiudizio emersi e già evidenziati anche dal pubblico ministero minorile”.

A Napoli, la lotta di Carmela e Pasquale per riavere i propri figli è diventato un caso, un caso politico in particolare. Già perché secondo l’opposizione, capitanata dalla consigliera di Rete Etica Democratica, Simona Molisso, la colpa non sarebbe da attribuire ai due genitori ma all’amministrazione comunale, rea di non aver garantito “efficaci misure di sostegno alla famiglia, con tutte le conseguenze – umane, sociali e anche politiche finanziare del caso”.

Si tratta di una battaglia civile, condotta politicamente in Consiglio comunale e professionalmente nelle aule di tribunale e tra i soggetti meno garantiti della nostra città” ha aggiunto la consigliera.

Di chiunque sia la colpa, secondo voi è stato giusto il provvedimento preso dal Tribunale dei Minori?