Leonardo di Caprio, incidente in volo: “il paracadute non si è aperto”

The-AviatorLa prima volta che Leonardo Di Caprio ha rischiato di morire, si trovata in Africa: «Ero in Sudafrica, stavo facendo un’immersione, quando uno squalo bianco gigantesco è saltato all’interno della mia gabbia. La metà del suo corpo era all’interno della gabbia e tentava di addentarmi. Io sono riuscito a schiacciarmi sul fondo, così sono sopravvissuto».

La seconda volta che Leonardo di Caprio ha rischiato di morire, si trovava in aereo, nei cieli della Russia: «Ero lì seduto e casualmente stavo guardando un’ala quando questa improvvisamente ha preso fuoco, ero l’unico che in quel momento la stava fissando».

Anche la terza volta che Leonardo di Caprio ha rischiato di morire si trovava in cielo, attaccato a un paracadute: «Eravamo un gruppo di amici e mi sono lanciato in coppia, io ero il secondo. Così quando il mio amico ha tirato la prima corda, ha funzionato. La seconda invece no, era stata annodata troppo. Ha provato a scuoterla, a tirarla, poi per fortuna quando ero a mezzo miglio da terra, il paracadute si è aperto».

Insomma, frequentare Leonardo di Caprio non deve essere facile. E infatti, dal giorno del suo terzo incidente, gli amici preferiscono non condividere gabbie marine, aerei e paracaduti con l’attore: «Nessuno vuole provare un’avventura estrema con me, perché sembra sempre che mi avvicini a un disastro». Un po’ li capiamo….