Federico Zampaglione: «Lascio l’amante, con mia moglie è tornata la passione»

Per il leader dei Tiromancino, «la musica è una moglie, il cinema un’amante». E dopo una divertente e appassionante esperienza da regista di film horror, Federico Zampaglione ha deciso di tornare dalla mogliettina: «La musica mi ha ripreso ed è scattata una nuova, grande passione».

E da questa nuova passione è nato anche un figlio, il nuovo album Nel respiro del mondo, «il più completo che abbia mai fatto» assicura Federico ai microfoni di Vanity Fair.

Anche se una figlia, in realtà, Federico ce l’ha già. Si chiama Linda, ha 6 anni e una grande passione per la musica. E se da adulta vorrà seguire le orme del padre, lui non glielo impedirà: «Io non l’ho mai spinta, ma già a sei anni è molto appassionata di musica: la trovo sempre con l’iPad o al computer che ascolta canzoni e guarda video. Le piace anche ballare, è una performer nata».

In casa Zampaglione c’è anche Rosa, che Claudia Gerini ha avuto da una precedente relazione. Le due bimbe hanno un ottimo rapporto: «C’è armonia: ogni tanto le bambine litigano, però si vogliono bene, a dimostrazione del fatto che se ci si ama le cose si smussano in modo naturale».

In casa non si parla più di matrimonio tra Federico e Claudia, e non certo a causa della presunta crisi che i giornali di gossip tirano fuori un anno sì e l’altro pure: «Ci abbiamo pensato, ma quando vivi insieme da tredici anni e hai fatto un figlio, ti senti più che sposato. E il gossip fa parte del gioco: sotto i riflettori ti devi prendere anche quello che ti urta».