shallows1-e1466983851710

Dopo il parto, noi “comuni mortali” facciamo fatica a lasciarci completamente andare in spiaggia, nonostante un neonato tra le braccia possa tranquillamente giustificare un addome più rilassato e qualche smagliatura. Figuriamoci come si possa sentire giudicata un’attrice nota per il suo fisico scolpito e il suo viso d’angelo.

Lo sa bene Blake Lively. La star di Gossip Girl, al momento incinta del suo secondogenito, era sul set di Paradise Beach otto mesi dopo la nascita della sua prima figlia. Naturalmente, il copione prevedeva che la Lively recitasse per lo più in bikini.

«La battaglia è stata fare un film in bikini a otto mesi dal parto, mi sono sentita insicura – ha raccontato all’Herald Sun – Tu non vorresti essere la persona sulle riviste che quando gli altri la guardano dicono “Urgh, guardala!”, vorresti essere piuttosto “Wow, guardala”».

L’attrice, che con il suo Ryan Reynolds ha intenzione di mettere su una famiglia numerosa, trova ingiuste tutte queste aspettative sulle neo mamme: «Nessuno dovrebbe giudicare una donna che ha appena avuto un bambino».

«Il tuo corpo è così bello… Certo non nel senso che puoi sfilare su una passerella di Victoria’s Secret, ma è bello in un modo completamente diverso e incredibile. E io vorrei avere il coraggio di andare là fuori e rappresentare tutte quelle donne».