In Indonesia riesumano (e festeggiano) i loro morti ogni 3 anni

Mummies Get A Change Of Dress During Ma'nene Ritual In IndonesiaUna tradizione tanto festosa quanto inquietante quella dei Toraja, tribù che vive sull’isola idonesiana Sulawesi, tra il Borneo e le isole Molucche.

Secondo il culto dei Toraja, che loro chiamano Aluk To Dolo, vivi e morti devono rincontrarsi e festeggiare insieme un secondo funerale dopo tre anni. Quando un componente della famiglia muore, i parenti provvedono a seppellirlo in una tomba rupestre non prima di aver sottoposto il corpo a un processo di mummificazione abbastanza arcaico, fatto con sostanze naturali che tuttavia si rivelano piuttosto efficace. La morte, per i Toraja, è considerato un processo, più che un evento improvviso. Quando una persona muore, non viene considerata subito deceduta, se non al momento del funerale che può avvenire dopo giorni, mesi, persino anni. Nel frattempo il corpo del defunto viene mummificato con la formaldeide e conservato nella casa natale.

Ogni tre anni, il morto viene riesumato e può passare una bella giornata insieme alla sua famiglia, che provvederà a “dargli una sistemato”, cambiarlo d’abito e festeggiarlo a dovere.

In genere tutti i morti vengono riesumati durante una specie di festival che si tiene a fine Agosto. Un evento che spesso attira l’attenzione dei turisti, che accorrono in massa per assistere all’evento. Dopo i festeggiamenti, i morti vengono riposti nelle loro tombe e possono continuare il loro viaggio nell’aldilà in tutta pace.