Un Medico in Famiglia, l’età di Anna spiazza i telespettatori: “Anziché invecchiare ringiovanisce?”

annina-lele-un-medico-in-famiglia-10-1150x748C’è qualcosa che non quadra nella decima stagione di Un Medico in Famiglia. Mentre la maggiorparte dei telespettatori cerca di superare lo shock del colpo di scena che ci hanno riservato gli autori (Annuccia non è figlia di Lele ma del maestro di pianoforte della madre defunta), alcuni di loro si interrogano su alcuni controsensi della trama.

In particolare, in molti si chiedono come sia possibile che Anna Martini abbia appena compiuto 18 anni (il compleanno è stato festeggiato proprio nella puntata di ieri sera, giovedì 22 settembre). Come è possibile che Anna, già grandicella alla nascita dei gemelli Bobo ed Elena, ora abbia solo 3 anni in più di loro? E come si spiega in fatto che nelle scorse stagioni fosse andata a studiare in un college inglese, se ora sembra aver appena finito il liceo? E quando si è trasferita con Emiliano all’estero, ha firmato dei documenti per poter avere un grosso prestito, si è fatta tatuare il braccio…. era minorenne?

12303019395_1bca0745e5_bQuello che sembrava un plateale errore si è però rivelato una scelta ben ponderata. A rispondere alle domande dei telespettatori dalle pagine di TV Sorrisi e Canzoni ci ha pensato un responsabile della produzione della fiction: “Nella prima serie Annuccia aveva due anni, da allora (1998) a oggi ne sono trascorsi altri 18, per cui Anna ha circa 20 anni e non 18. Siccome la storia della serie attuale prevedeva che Anna non avesse ancora compiuto i 18 anni, gli autori (come spesso accade in altre fiction) si sono concessi una licenza artistica. A questo punto però una domanda: è più importante un preciso conteggio anagrafico o il fatto che la serie funzioni e appassioni il pubblico, come in effetti sta avvenendo? Noi optiamo per la seconda soluzione”.