Home VIP - Scoop ed Indiscrezioni dei personaggi del momento Luca Argentero finalmente si svela: “Al liceo ero uno sfigato, non mi...

Luca Argentero finalmente si svela: “Al liceo ero uno sfigato, non mi filava nessuno”

CONDIVIDI

Luca Argentero è uno degli attori più belli e bravi del cinema italiano. Dopo aver partecipato al Grande Fratello 3, complice la passione e la voglia di sfondare nel mondo dello spettacolo, Luca Argentero ha cominciato a studiare recitazione riuscendo ad affermarsi definitivamente. Oltre ad essere bravo, Luca Argentero è anche bellissimo ma, stando a quello che ha svelato lo stesso Luca, non è sempre stato così.

luca argenteroLUCA ARGENTERO, IL RACCONTO D’INFANZIA

In un’intervista rilasciata ai microfoni del settimanale F, Luca Argentero ha raccontato il suo passato da sfigato: “Al liceo ero uno sfigato che non si filava nessuno, un po’ secchione e poco interessato al gentil sesso. Alla prima ragazzina, da adolescente timido, diedi appuntamento al telefono: la chiamai da casa dopo la scuola. Poi il motorino ha cambiato tutto: mi ha aperto la strada della vita sociale e mi ha portato alla scoperta dell’universo femminile”.

A 38 anni, però, Luca si sente realizzato: “Non temo per nulla i segni del tempo che passa, mi sento giovane e padrone della mia vita, so che il meglio deve ancora venire. Sto bene e non mi spaventano le difficoltà e i problemi del quotidiano. Si dice che i 40 siano i nuovi 20, ma facciamo 30 che è meglio: da ragazzino c’è la spensieratezza, ma ti mancano i mezzi per fare quello che vuoi”. 

I genitori: “MI basta guardarli insieme: sono esattamente gli stessi di quando è iniziato il loro amore, pur nelle nevrosi e nelle manie quotidiane. Hanno mantenuto giovane il sentimento e questa è la chiave di un rapporto ben riuscito, anche se credo che la loro sia stata l’ultima generazione che ha investito tutto nella coppia. Mi rendo conto che hanno le stesse attenzioni e lo stesso desiderio di un tempo e io vorrei seguire il loro esempio. Resto un romantico e un sognatore che guarda al domani con occhi pieni di speranza e attesa”.

Sulla paternità: “Avrei paura a lasciarlo solo davanti al pc. A quell’età io facevo ricerche sui libri in biblioteca mentre oggi l’educazione sessuale passa su YouP0rn. Arrivi a 20 anni già stufo, mentre noi facevamo la nostra strada con più calma”.