paola-cortellesi-e-lauraA telecamere spente, Laura Cortellesi si definisce una donna “di una noia mortale”. Ma fatichiamo a crederle. Le crediamo benissimo invece quando racconta quanto la nascita della figlia Paola le abbia sconvolto la vita: “La nascita di Laura mi ha cambiata molto – ha confessato l’attrice sulle pagine di Grazia – Ha alleggerito il mio carattere, ne ha attenuato gli aspetti più drastici. Immediatamente la bambina ha scalzato il lavoro dalla cima delle mie priorità. Ma è naturale, succede a tutte le madri del mondo“.

Sì, e succede anche che dopo 9 mesi di gravidanza, il travaglio e i dolori del parto la piccola… assomigli al papà! Per fortuna, un pizzico di Laura in Paola c’è: “Ha preso da me la mia parte più giocosa e clownesca. Solo in privato, però, perché non ama esibirsi in pubblico. Io sarei proprio così: anche se il lavoro mi ha dato la magnifica possibilità di divertire gli altri, in compagnia degli amici non sono mai stata la più estroversa“.

Cosa la lega al marito Riccardo Milani? “L’amore. Può sembrare una parola banale, ma non ne trovo un’altra per descrivere il segreto della nostra unione – risponde senza esitazione lei – Ho avuto la fortuna d’imbattermi nel vero amore fatto di sentimento, lealtà, rispetto reciproco. Riccardo ha mille qualità e mille difetti, proprio come me. Ma dopo tanti anni è ancora la persona che stimo di più“.