foto-segnaletica-fabrizio-coronaGli avvocati di Fabrizio Corona hanno richiesto al Tribunale del Riesame la revoca dell’ordinanza di custodia cautelare per il loro assistito, che questa mattina ha avuto modo di dire la sua e scusarsi con il magistrato di sorveglianza.

Non sono un criminale, sono un lavoratore forsennato e non ho mai percepito un euro in modo illecito – ha voluto sottolineare l’ex Re dei Paparazzi, secondo quanto riportato alla stampa dal suo legale Ivano Chiesa – L’unica persona a cui chiedo scusa è il magistrato di sorveglianza Giovanna Di Rosa a cui ho mancato di rispetto“.

Che questa sia la volta giusta? La scorsa settimana l’istanza di scarcerazione presentata dagli avvocati di Corona è stata respinta: nessuno ha voluto credere alle spiegazioni date da Fabrizio su quella grossa somma in contanti ritrovata nel controsoffitto dell’appartamento della sua assistente (“Ci avrei pagato le tasse più in là“).