Manuel Agnelli: «La mia vita è cambiata grazie a X Factor»

x-factor-10-giudici-04-1150x748Considerando i grandi ritorni di Fedez e Arisa, e una new entry con un corpo e un visino da favola, il bel Alvaro Soler, chi si sarebbe mai aspettato che il giudice più amato di questa edizione di X Factor fosse niente meno che Manuel Agnelli?

Il leader degli Afterhours non si spiega tutto questo successo di pubblico e di critica: «Penso che m’identifichino con il lato più sincero di fare musica, meno legato allo spettacolo e ai risultati. Perché, parliamoci chiaro, i miei fanno schifo rispetto a quelli dei colleghi: gli altri giudici hanno undici dischi di platino a testa e io neanche quello di legno» ha confessato a Vanity Fair.

Da quando è nel team di X Factor, Manuel non ha avuto modo di testare se il suo pubblico sia realmente aumentato (lo vedremo questa primavera, quando partirà per il suo prossimo tour), ma sicuramente i fan non mancano: «Adesso mi fermano le vecchiette che mi chiedono: ‘ma è lei il vampiro di X Factor?’. Oppure i bambini, che sono i migliori perché hanno una forma di rispetto che spesso i ragazzi non hanno: prima non mi avrebbero mai fermato per strada perché credo di essere un personaggio che intimidisce, al di là del fatto di conoscermi o meno. Grazie a X Factor, però, le cose sono cambiate e mi sono avvicinato a un pubblico che non faceva per niente parte della mia area. Il programma mi ha avvicinato alla gente, che è proprio quello che speravo. Finché durerà, sarò contento».

Anche se non sembra il più agguerrito, Manuel giura che non giocherà in difesa e ripone molta fiducia nella sua squadra, gli Over: «Ognuno di noi ha una punta di diamante nella propria categoria. Il giudice più esperto è senz’altro Fedez, ma non è detto che questo giochi a suo favore».