Nasce la boutique specializzata in “ultimi vestiti” da indossare nella bara

Ci preoccupiamo ogni giorno dei vestiti che indosseremo anche solo per andare al lavoro o a fare la spesa, ma non pensiamo mai a QUEL vestito, l’ultimo che indosseremo, quello che rimarrà insieme a noi (o almeno insieme al nostro corpo) fino alla fine, quello con cui tutti i nostri amici e parenti ci vedranno per l’ultima volta, il giorno del nostro funerale.

Nasce così la linea di abiti inglesi “Over My Dead Body” (“Sul mio cadavere”) creata da Lyst.

Quello che indossiamo è un riflesso di chi siamo e della nostra personalità, e quindi non sorprende che le persone abbiano una chiara idea dei vestiti con cui vogliono essere seppelliti”, ha spiegato Katherine Ormerod, dirigente di Lyst, “Dicono che la vita è troppo breve per indossare vestiti noiosi. Noi siamo d’accordo ed abbiamo fatto un passo in più: la morte è troppo lunga per scegliere male il proprio ultimo vestito.

Basandosi sui risultati di un curioso sondaggio condotto in UK, l’azienda ha scoperto che il 52% delle donne vorrebbe indossare un abito firmato e scarpe con i tacchi per il proprio funerale, mentre il 31% del totale ha dichiarato di voler essere sepolto con addosso la propria biancheria intima preferita.

Ovviamente i clienti sono caldamente invitati a provare di persona i vestiti quando ancora sono vivi, e di lasciare numeri di telefono da contattare in caso di decesso in modo che il negozio possa spiegare ai parenti cosa avrebbe voluto indossare il caro estinto per il suo giorno speciale.