img_0074-1024x838Eleonora Brigliadori non ha davvero più freni. Dopo l’aggressione all’inviata de Le Iene e le tante, troppe dichiarazioni pubbliche in cui si scaglia contro la medicina tradizionale, proponendo decotti di erbe e varie cure alternative per il cancro, l’ex showgirl ha addirittura messo in discussione la morte dell’oncologo di fama mondiale Umberto Veronesi.

Purtroppo l’anima devastata di questo uomo continuerà a fare del male – si legge in un post poi cancellato – ammesso che fosse morto, che possa davvero morire, perché ha costruito un impero con i suoi soldati demoniaci che sono già pronti a moltiplicare il male che lui aveva predisposto all’infinito…“.

Eleonora continua nel suo delirio: “Tra l’altro non si spiega come mai sia morto a casa avendo un bell’ospedale a disposizione, io non ho visto il cadavere… non l’ho visto bruciare in una pira funebre posso pure rifiutarmi di credere che sia morto e che questa sia una semplice uscita di scena strategica, in un momento cruciale per andare a governare il suo impero del male con un profilo invisibile”.