X Factor: i Daiana Lou abbandonano (e criticano duramente) il programma

daiana-lou-x-factor-10X FACTOR 2016 – Per i Daiana Lou la settimana sembrava essere cominciata nel migliore dei modi. Il loro giudice, Alvaro Soler, aveva assegnato loro un brano molto significativo per la loro storia d’amore, in pratica la loro canzone: “Dio come ti amo” di Modugno.

I due cantanti hanno accolto con entusiasmo l’assegnazione e si sono esibiti sul palco di X Factor dando per scontato che anche pubblico e giudici avrebbero adorato il brano e la loro interpretazione.

E invece qualcosa è andato storto: dopo tre puntate di complimenti e di “voi siete i miei preferiti“, i giudici hanno storto un po’ il naso. E il pubblico ha seguito a ruota, mandando i Daiana Lou in ballottaggio.

Così, all’improvviso, dopo la loro ultima esibizione, mentre il pubblico televotava i suoi preferiti, Daiana e Luca hanno preso la parola e si sono ritirati dalla gara: “Scusate ma X Factor non è la nostra idea di felicità… Questa è una centrifuga che ci sta facendo proprio male, non si può passare dal memorial di un ragazzo alla pubblicità delle patatine… non ce la facciamo più“. Il tributo era quello che il programma ha fatto a Cranio Randagio, l’ex concorrente trovato morto nella casa di un amico questa settimana in circostanze ancora da definire.

Un gesto che non è piaciuto al pubblico, che su Twitter li ha demoliti, e ai giudici, che non hanno gradito la – non tanto velata – critica alla morale del programma.

Anche perché è anche grazie alla suddetta pubblicità delle patatine che i Daiana Lou hanno potuto vivere e mangiare gratis in un appartamento di lusso per settimane, hanno avuto l’opportunità di lavorare con grandi artisti internazionali, studiare musica con rinomati esperti, usufruire gratuitamente di strumenti all’avanguardia e sale prove, essere vestiti, truccati e pettinati da stilisti e make up artist, ecc. ecc.

E, soprattutto, è anche grazie alla pubblicità delle patatine e in generale dei meccanismi televisivi che la coppia ha ottenuto visibilità a livello nazionale. Una visibilità che suonando per le strade non avrebbe mai ottenuto. Una visibilità che, anche ora che sono fuori dal gioco, sicuramente sfrutteranno a loro vantaggio.