Alessandro Cattelan a ruota libera su Daiana Lou, Arisa ubriaca e la polemica dei Jarvis

Alessandro-CattelanAlessandro Cattelan a ruota libera sulle recenti polemiche sorte durante le audizioni e i primi live di X Factor.

Partiamo dall’inizio, ovvero dal provino di Danilo D’Ambrosio il cui video in cui racconta di esser stato danneggiato e ridicolizzato dalla produzione di X Factor ha fatto il giro d’Itali. «Con lui c’è stato un errore di montaggio, non c’era dolo» assicura il conduttore, intervistato da Libero Quotidiano.

Passiamo agli Home Visit, dove abbiamo assistito al ritiro dei Jarvis, il gruppo scelto da Alvaro Soler e poi sostituito con i Soul System. «Mi è sembrato si sia cercato di strumentalizzare una cosa normale, all’inizio tutti ci siamo trovati davanti a contratti di quel tipo» ha ribadito Cattelan, rispondendo alle accuse del manager dei Jarvis.

E a proposito di ritiri, come dimenticare l’addio dei Daiana Lou? «Era da un po’ che erano affaticati e hanno sfruttato il primo momento utile per autoeliminarsi. Una scelta personale, la rispetto. La lucidità è parte del mio ruolo, ho tentato di dare un consiglio, X Factor tra un mese finirà, si poteva provare a resistere – commenta Alessandro – Capisco che chi non è abituato può rimanere spiazzato ma la tv non è la realtà, è fatta anche di sponsor e non ha gli stessi ritmi di una persona normale, l’elaborazione di un lutto per esempio è più compressa».

Infine, sulla confessione di Arisa in cui la cantante ha ammesso che nella prima puntata era ubriaca, Alessandro ci ricorda che a X Factor c’è un famoso precedente: «Un po’ me n’ero accorto, mi fa sorridere che un’ammissione genuina tiri su un polverone. Con Morgan nessuno batteva ciglio. Arisa è un giudice impeccabile, sa valorizzare i ragazzi».