J-Ax: “Mi devastavo, tra alcol e cocaina. Mia moglie mi ha salvato così”

j-ax-ed-elaina-cokerLa fama può uccidere. Lo sanno bene artisti come Whitney Houston (ma l’elenco è lunghissimo), che non hanno saputo reggere le montagne russe della notorietà cadendo nella trappola di droghe, alcool o medicinali e rimanendone vittime.

Anche il nostro J-Ax stava per cascarci. Anche lui, dopo l’incredibile successo degli Articolo 31 e l’altrettanto inaspettato e improvviso calo di notorietà dopo il boom degli anni ’90, si è lasciato abbindolare da piaceri tanto intensi quanto fugaci ed effimeri.

“Avevo avuto un successo incredibile. Quando è iniziata la discesa, mi sono ritratto nell’alcol e nella cocaina. Sono diventato un drogato – ha dichiarato il rapper al Corriere della Sera – A 29 anni mi sentivo vecchio. E mi devastavo. Un cocktail, una botta. Facevo cose folli. E drogarsi è come chiedere un po’ di pace alla morte”.

Per fortuna, nella sua vita è arrivata lei: la modella Elaina Coker: “Lei è americana ma ci siamo conosciuti a Milano, a una cena. Ho cominciato a uscire solo per vederla. Abbiamo cercato emozioni lontano dalla droga”.

Elaina lo ha salvato, e oggi sta per renderlo l’uomo più felice del mondo: J-Ax sarà presto papà.