Justin Bieber e il poker?

Quando si parla di Justin Bieber si crea sempre un certo scalpore, che si parli della sua bravura come cantante, dei suoi cento milioni di copie vendute tra singoli e album o delle sue stravaganze non sempre viste di buon occhio, il giovane artista canadese non smette mai di stupire e far parlare di sé.

Bieber è nato il 1° marzo 1994 a London, una provincia dell’Ontario in Canada, da una famiglia di origine in parte europea dato che la madre è franco-canadese e il bisnonno proveniva dalla Germania. Crescendo, ha sempre dimostrato interesse per diverse attività come il calcio, gli scacchi e l’immancabile sport di stato, l’hockey. Allo stesso tempo ha imparato a suonare la chitarra, la batteria, il pianoforte e la tromba, iniziando a parlare della propria passione per la musica.

È stato a questo punto che la rapida ascesa verso il successo ha avuto inizio. La madre inizialmente lo ha iscritto ad alcuni concorsi canori e successivamente, i due hanno iniziato a caricare su youtube alcuni video in cui Justin cantava canzoni scritte da altri artisti. Nel 2007 il produttore Scooter Braun stava guardando video sul famoso tubo quando si è imbattuto in uno di quelli messi in rete dal cantante e da sua madre. Non passa molto prima che il signor Braun riesca a contattare la donna e, dopo lunghe e difficili proposte dato la riluttanza di questa, convincerla a lasciare che Justin andasse ad Atlanta per registrare il suo primo demo. Da lì la storia è presto scritta, nel 2008 viene firmato il primo contratto discografico e solo un anno dopo Justin vince il suo primo disco di platino con in singolo “One Time”.

Fonte: Billboard.com

Da qui la strada è stata costellata di successi per il giovane artista, tra canzoni amate e conosciute a livello mondiale, storie d’amore con giovani attrici come Selena Gomez e milioni di fan innamorate tanto della sua voce quanto del suo bell’aspetto. Assieme al successo arrivano però anche i problemi, la piccola star ha combinato infatti non pochi guai, come risse, guida in stato d’ebrezza, vandalismo e aggressioni, “guadagnandosi” qualche anno di libertà vigilata, parecchie migliaia di dollari di danni da dover pagare e più di un arresto. È chiaro anche che per un adolescente dalle grandi possibilità, anche i guai siano inevitabilmente ingigantiti.

Ma il bel cantante non è conosciuto solo per le sue bravate, ha infatti ricoperto ruoli davvero importanti a livello sociale, prendendo parte a diversi impegni umanitari come visite in ospedale e nel 2012 nasce il programma Music Makes It Better che si occupa di portare progetti di varia forma d’arte all’interno delle strutture ospedaliere. Inoltre ha collaborato con molti programmi anche a favore delle comunità LGBT.

Fonte:Telegraph

Tra opere filantropiche, concerti, registrazioni e tutto ciò che il suo lavoro di musicista comporta, l’artista per fortuna riesce anche a trovare il tempo di svagarsi. È infatti un grande amante della pesca come ha più volte dimostrato ai suoi fan sui social, postando foto su canali come instagram e facebook. Gli stessi canali sono stati utilizzati anche per mostrare altre sue passioni, come ad esempio il poker. È famosa oramai la foto in cui il cantante gioca puntando delle coloratissime caramelle. Più di recente invece sono state fatte puntate decisamente più classiche all’Empire Casinò in California, dove a metà ottobre è stato visto giocare a “Texas Hold’em”, una variante oramai molto famosa del classico gioco di Poker, con delle regole leggermente più complesse. Ma le sue passioni non finiscono certo qui, infatti ha dato prova delle sue abilità anche come golfista, e non è da meno anche l’interesse che ha per il calcio, segue infatti il Chelsea.