Un’inchiesta che non sembra destinata a concludersi a breve quella sulle presunte orge che si tenevano nella parrocchia di San Lazzaro (Padova) il cui parroco, Don Andrea Contin, è oggi indagato per violenza privata e presunto favoreggiamento della prostituzione.

A denunciare ciò che avveniva nella canonica è stata l’ex amante di Don Andrea, grazie alla quale il 21 dicembre i carabinieri hanno fatto irruzione nella parrocchia scoprendo una stanza chiusa a chiave nella quale erano conservati oggetti erotici e filmini hard.

Tra gli indagati c’è anche don Roberto Cavazzana, il parroco di Rovolon, uno dei tanti partner conosciuti in parrocchia dall’amante di Contin. Don Roberto è stato anche il primo assistente spirituale di Stefano De Martino e Belen Rodriguez, colui che tenne il corso prematrimoniale della coppia e che li accompagnò verso l’altare.

Inizialmente indicato come colui che aveva effettivamente celebrato il matrimonio tra Belen e Stefano, don Roberto aveva chiarito di non aver officiato cerimonia: “Li ho conosciuti e mi han chiesto di fare con loro il percorso per sposarsi. Li ho seguiti, abbiamo fatto degli incontri, ma non possono essere sei o otto incontri a preparare a un matrimonio – aveva dichiarato a Rtl – Non dovevo essere io a sposarli all’inizio, è soltanto che poi è nata un’amicizia e mi han chiesto di farlo. Inizialmente ho pensato anche “sì, dai”, ma poi ho visto che man mano che la cosa prendeva piede mi sfuggiva anche di mano. Per me c’era troppa confusione, troppi giornalisti, televisioni“.

Era don Roberto il protagonista dei filmini trovati in canonica: mentre don Andrea Contin riprendeva, Don Roberto aveva rapporti con l’impiegata 49enne che ha fatto partire le indagini. Secondo la donna, Contin la costringeva spesso a pratiche sessuali estreme e reagiva in modo violento se lei cercava di ribellarsi, arrivando addirittura a minacciarla con un coltello.