Sanremo: il tweet velenoso di Caterina Balivo sulla Leotta scatena il web

Diletta Leotta ha fatto il suo ingresso trionfale sul palco dell’Ariston di rosso vestita. Il lungo abito da sera, composto da un top e da un’ampia gonna strutturata con profondo spacco, ha incantato il pubblico a casa, che tuttavia si è poi concentrato sull’intervento della giornalista di Sky sul tema della privacy.

Vittima di un hacker che le ha rubato e ha diffuso alcuni scatti particolarmente piccanti, la giornalista ha invitato tutti a combattere questo genere di attacchi nel modo corretto: “Ho reagito e ho denunciato. Bisogna denunciare e invito a farlo“.

Qualcuno, però, non è riuscito a staccare gli occhi da quello spacco e da quell’accenno di pelle mostrato dalla Leotta. Stiamo parlando della conduttrice Caterina Balivo, che commentando live Sanremo sui social network si è lasciata scappare un tweet che pochi fan hanno gradito.

Non puoi parlare della violazione della privacy con quel vestito e con la mano che cerca di allargare lo spacco della gonna” ha scritto di getto Caterina.

Mi ricorda quando si dava un giudizio su uno stupro e si diceva, ‘Ma che vuole, vestita così se l’è cercata‘” commenta una fan, “Se mi metto un costume posso parlare di privacy oppure è necessario indossare il burqa?” ironizza un’altra, e ancora “quando una prende una porta in faccia evidentemente il risultato è questo…porella“, “Troppo lavoro o stanca di un bicchiere di troppo?“, “Cos’è? Un primo tutorial su come giustificare gli assassini di Tiziana Cantone?“, “era meglio rosicare in silenzio“, “io da donna mi sento offesa da queste parole. Io mi vesto come cazzo mi pare e pretendo che la mia privacy sia rispettata“.

Come finirà la vicenda? Caterina sceglierà di scusarsi o resterà della sua opinione?