Dopo una romantica fuga d’amore per San Valentino con tanto di anello di diamanti, Fedez e Chiara Ferragni hanno concesso la loro prima intervista di coppia a Vanity Fair, posando per un servizio fotografico decisamente… caldo.

A chi li accusa di aver costruito un rapporto solo per le copertine, la fashion blogger risponde «Saremmo dei pazzi. Come si fa a pensare che, per una messinscena, due passino un mese insieme a Los Angeles, a Natale?». Fedez in fondo ha preso bene il chiacchiericcio su di loro: «Ma è inevitabile che succeda quando due mondi come i nostri si uniscono, anche perché, siamo onesti: c’è gente che queste cose le costruisce davvero a tavolino. Sinceramente, però, non mi interessa dare spiegazioni. Se pensi che sia una storia finta, bella lì: la relazione è nostra».

Fedez ha però qualcosa da dire a chi li accusa di ostentare la loro bella vita: «Non siamo cafoni alla Gianluca Vacchi, non ostentiamo il lusso nei nostri video. Semplicemente facciamo vedere quello che siamo, senza nasconderlo né enfatizzarlo. Trovo anacronistico questo retaggio culturale italiano per cui quello che guadagni non lo devi far vedere».

«Sia io che Fede ci siamo creati da soli, nessuno ci ha aiutato. Che male c’è se ci godiamo i frutti del nostro lavoro?» si chiede Chiara. «Quello che non sopporto è il clientelismo che domina nel nostro Paese, i raccomandati, i figli di – chiarisce Fedez – Per questo ho a lungo detestato Facchinetti, anche se oggi abbiamo un rapporto cordiale. Sono di estrazione umile, mi muove il riscatto sociale… Il mio sogno era dimostrare che, per un ragazzino povero, il calcio non è l’unica chance di riscatto. Oggi guadagno come un giocatore di Serie A».

Tra il rapper e la blogger è stato praticamente amore a prima vista, soprattutto per Fedez: «Oltre che bellissima, è sincera: dice quello che pensa. E poi mi rassicura il fatto che sia famosa di suo. Mi è capitato, in passato, di dubitare della sincerità di una donna. Il retropensiero che una possa stare con te per interesse c’è sempre».

Ovviamente anche la loro relazione è fatta di alti e bassi. Il principale motivo di litigio sono le difficoltà a far coincidere i propri impegni. E se la Ferragni ha passato gli ultimi anni e le sue ultime relazioni viaggiando in continuazione, per Fedez, abituato a storie d’amore più “normali” e vissute nel quotidiano, non è facile accettare la situazione («Io viaggio da sempre per lavoro, sono abituata alle relazioni a distanza. Lui vive molto male la lontananza»).

Nonostante questo, le cose tra loro vanno decisamente bene, tanto che già si comincia a parlare di matrimonio e… figli: «Un figlio entro i miei trent’anni ci sta» dice Fedez, «Non aspetterei troppo. Sposarsi, avere un bambino sono decisioni che andrebbero affrontate con l’entusiasmo iniziale» aggiunge Chiara.

Ecco, sul matrimonio qualche remora Fedez ce l’ha («Non credo molto nel rito ma, se lei ci tenesse, lo farei») ma c’è una soluzione a tutto.«Chiara, vuoi fare senza preti?» chiede Fedez. «E senza preti sia» risponde Chiara.