George Michael è morto nella notte di Natale all’improvviso, a soli 53 anni, lasciando sconcerto e stupore tra i suoi fan sparsi per tutto il mondo. A trovarlo, il mattino successivo, il compagno Fadi Fawaz.

Tante sono state le ipotesi fatte sui motivi dell’improvvisa dipartita dell’interprete di “Last Christmas”, ma finalmente le indagini sulla morte di George Michael possono dirsi concluse, e, anche se rappresenta una ben magra consolazione, i fan del cantante si possono mettere l’anima in pace: George Michael è morto per cause naturali.

“Dal momento che è confermata una causa naturale di morte, cardiomiopatia dilatativa con miocardite e steatosi epatica (fegato grasso), l’indagine è interrotta e non c’è necessità di un’inchiesta o ulteriori approfondimenti”, ha detto Darren Salter, medico legale dell’Oxfordshire.

Sì, avete capito bene: a uccidere George Michael è stato un semplice arresto cardiaco che lo ha colto nel sonno, non lasciandogli via di scampo.