Dieci anni fa, l’ex moglie di Gabriele Muccino, Elena Majoni, ha sporto denuncia contro il regista per violenza domestica. Allora nessuno le credette, anche perché l’attore Silvio Muccino, presente al momento della presunta aggressione, testimoniò a favore del fratello asserendo che Elena si era inventata tutta.

Peccato che nel 2016 Silvio abbia ritrattato completamente la sua deposizione, ammettendo di aver assistito alle violenze del fratello Gabriele nei confronti della moglie. Grazie alla nuova testimonianza dell’ex cognato, Elena ha così ottenuto dalla Corte d’Appello di Bologna la custodia esclusiva del figlio.

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, Elena ha voluto raccontare il suo vissuto a La 27 Ora del Corriere della Sera.

“L’episodio è avvenuto mentre eravamo in vacanza d’estate in Toscana a seguito di un banale diverbio – ha raccontato Elena al giornale – Gabriele mi ha dato uno schiaffo a mano aperta. Mi sono recata a Roma al pronto soccorso e successivamente ho sporto denuncia. Prima di denunciare ho sopportato troppo”.

Per Elena quello non fu solo uno schiaffo ma rappresentò la fine della sua carriera da violinista dato che, colpendola, il marito le ruppe il timpano.

A seguito di quell’episodio la cui verità è stata volutamente occultata durante il processo di separazione, Gabriele Muccino ha cavalcato l’onda mediatica definendomi come arrampicatrice sociale con la sola finalità di ottenere soldi e pubblicità e sostenendo come io rivelassi menzogne – ha aggiunto la donna – E affermava questo nonostante la certificazione medica che espressamente riconduceva la rottura a uno schiaffo di tale forza da rendere necessario un intervento chirurgico che a tutt’oggi mi ha lasciato un evidente cicatrice”.

Elena sarà per sempre grata a Silvio Muccino per aver avuto il coraggio di ritrattare la sua deposizione: “Silvio ha sempre sofferto molto per quella testimonianza. Che poi è uno dei motivi principali per cui ha rotto con la sua famiglia. Conoscendolo sapevo che prima o poi avrebbe fatto emergere la verità. E il suo gesto, a mio parere, è stato importante sia ai fini giudiziari che per la mia personale credibilità“.

Gabriele Muccino ha commentato la notizia su Facebook con poche parole: La vanità, ahi la vanità! Ex mogli che infangano ex mariti omettendo, mistificando, imbrattando. Quante ne abbiamo viste di queste storie…“.