Una rivoluzionaria sentenza del giudice di pace di Fondi (Latina) ha finalmente stabilito un precedente al quale molti automobilisti sicuramente si appiglieranno dopo aver ricevuto una multa per aver parcheggiato sulle strisce blu senza pagare il parchimetro.

Secondo la sentenza emessa dal giudice a favore di una studentessa di giurisprudenza che, non avendo a disposizione delle monetine per pagare il parchimetro, si era ritrovata con una multa da 41 euro e aveva fatto ricordo, possiamo finalmente ritenerci “autorizzati a parcheggiare gratis, in mancanza di dispositivi attrezzati col bancomat e senza il rischio di essere multati“.

In effetti, come ricordava bene la studentessa che ha fatto ricorso, la legge di stabilità 2016 stabiliva per i comuni l’obbligo di abilitare i parcometri ad accettare i pagamenti con bancomat e carte di credito entro e non oltre luglio 2016.

Da oggi in poi, dunque, i comuni dovranno attrezzarsi munendo le proprie aree di sosta a pagamento con parcometri che accettino pagamenti tramite bancomat, carte di credito o smartphone. In caso contrario, gli automobilisti potranno utilizzare i parcheggi delimitati da strisce blu gratuitamente.