Ero con amici al concerto dei Litfiba, insieme ad altre dodicimila persone, lì per divertirsi. Mi piace il rock dei Litfiba, ma ora un po’ meno” ha raccontato alla Gazzetta di Modena un fan, Roberto Moncata, presente al live milanese del 31 marzo di Litfiba.

Il giovane ha formalmente denunciato Piero Pelù dopo essere stato colpito da un microfono scagliato per errore dal cantante sulla folla durante l’esibizione.

Quel microfono scagliato dal palco da Piero Pelù poteva farmi molto male se mi colpiva in faccia – ha spiegato Roberto – Mi ha preso al malleolo di un piede e ora zoppico. Ho subito notevoli danni, ma nessuno dell’entourage del cantante è venuto a sincerarsi delle mie condizioni“.

Secondo Roberto, l’incidente è stato più serio di quel che sembra: “Se quel microfono lanciato per aria avesse centrato sulla testa una bambina? L’altra sera ne ho visti di papà e mamme con i figli al concerto di Pelù“.

Pelù stava cantando ‘Tex’ e con il microfono a filo mimava un atteggiamento da cow-boy. Io e alcuni amici eravamo a una ventina di metri dal palco, nel parterre e fortunatamente ero di spalle perché stavo andando a prendere da bere – ha continuato – Proprio per questo non mi sono accorto del microfono che, staccandosi dal filo, mi ha colpito su un gamba. Se avessi guardato il palco quel microfono poteva finirmi in piena faccia e causare danni grossi. Se ci sarà un risarcimento devolverò tutto in beneficenza”.