NIVEA: il marchio accusato di razzismo per lo slogan di un deodorante

Il marchio di cosmetica e cura per la persona Nivea è nei guai a causa dello slogan scelto per il nuovo spot di uno dei suoi deodoranti più noti. Il prodotto in questione è un deodorante che non lascia tracce né sui capi neri né su quelli bianchi.

Il problema? Lo slogan, appunto: “Bianco è purezza” (White is purity). Anche perché la pubblicità in questione è stata diffusa sui canali social Medio Orientali di Nivea.

In seguito alle tante proteste dei fan della pagina Facebook, Nivea ha deciso non solo di cancellare la pubblicità ma anche di scusarsi pubblicamente per l’errore compiuto dal reparto marketing: “Ci scusiamo per quanto accaduto sul profilo di Nivea Medio Oriente. Appena ci siamo accorti dell’errore, abbiamo ritirato la campagna. La diversità e l’uguaglianza sono due valori fondamentali per il nostro marchio”.