Uomini e Donne: il famosissimo ex tronista arrestato e condannato a 3 anni di reclusione

È cominciato tutto in una puntata di Pomeriggio 5, e rischia di finire tutto dietro a delle sbarre. L’accusa è di estorsione ai danni di un chirurgo plastico, e il presunto reo è niente meno che l’ex tronista di Uomini e Donne Alessio Lo Passo.

Arrestato a Monza lo scorso sabato, Alessio è stato condannato a 3 anni di reclusione che dovrà scontare nel carcere di Monza. Ma cosa è successo? Andiamo con ordine.

alessio lo passoNel settembre del 2014, il 34enne si sottopone a un’operazione di rinoplastica dal suo medico di fiducia. Dopo qualche giorno si reca al suo primo controllo post operatorio, durante il quale la ripresa sembra andare alla perfezione.

Durante il secondo controllo però il chirurgo nota subito una depressione ossea (una specie di buco) dovuta a una botta o da un pugno ricevuti poco dopo l’operazione. Lì per lì, Alessio nega di aver subìto delle percosse e torna a casa. Qualche giorno dopo, però, richiama il dottore attribuendogli la responsabilità dei problemi riscontrati e chiede la restituzione dei 57mila euro pagati per l’intervento.

Il chirurgo, accusato ingiustamente, fa qualche ricerca e in breve tempo scopre l’esistenza di una telefonata tra Barbara D’Urso e Alessio andata in onda a Pomeriggio Cinque in cui l’ex tronista racconta di una scazzottata con un gruppetto di ragazzi fuori da un locale che avevano insultato la fidanzata di allora, Roberta Bonfanti. “Ho il setto rotto, me lo hanno raddrizzato e mi hanno messo il gesso ma mi è rimasto un buco sul naso” ha raccontato al telefono Alessio, rivelando pubblicamente che la depressione ossea riscontrata dal chirurgo nella prima visita post operatoria era davvero dovuta a un colpo subìto e non a un errore del medico.

Prove alla mano, il chirurgo ha denunciato Alessio che sabato sera, proprio durante l’inaugurazione di un locale, è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Monza, dove, salvo imprevisti, dovrà passare i prossimi 3 anni di vita.