Fedez e Belen Rodriguez sono nei guai. L’Unione Nazionale Consumatori ha presentato nei loro confronti un esposto all’Autorità Antitrust. Insieme al rapper e alla showgirl argentina rischiano grosso anche personaggi del calibro di Melissa Satta e Anna Tatangelo.

L’accusa? Le pubblicità camuffate da spontanee opinioni sui prodotti/luoghi/servizi che molti VIP fanno sui loro social network. L’unione consumatori chiede dunque che venga accertata al più presto “la legittimità di questa sorta di product placement camuffato”.

“La pubblicità occulta ha il potere di influenzare inconsapevolmente i consumatori nella scelta di un prodotto o nel giudizio su un brand – dichiara l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori – Se fatta sul web è in grado di raggiungere una vasta platea di persone. A maggior ragione è efficace se fatta da personaggi famosi, i cosiddetti influencer, che hanno online un largo seguito di followers, spesso adolescenti.  Per questo urge anche un nuovo quadro normativo che regoli la pubblicità realizzata sui social network“.

L’articolo 22 del Codice del Consumo in effetti richiede di indicare l’intento commerciale di una pratica promozionale, cosa che non accade in post come… questi: