Raz Degan è stato condannato e costretto a pagare una salata multa per un’aggressione raccontata dalla stessa vittima a Pomeriggio Cinque.

Protagonista della vicenda è Andrea Laivo, professione paparazzo. I fatti risalgono a circa 8 anni fa. Per Raz Degan era un periodo difficile: fidanzato con Paola Barale, l’attore era stato fotografato in compagnia di Kasia Smutniak (ex compagna del defunto Pietro Taricone).

Quando Laivo ha saputo che Raz e Paola erano a cena in un noto ristorante milanese, si è recato sul posto per fotografarli insieme. Degan si è accorto della sua presenza, ed è scattata la lite finita in rissa.

Dovrà pagarmi 4700 euro più le spese del processo. È successo 8 anni fa, siamo finalmente riusciti a farlo condannare – ha raccontato il paparazzo, ospite di Pomeriggio Cinque – Lo stavo seguendo. Lui era con la Barale, erano in un periodo in cui non andavano molto d’accordo. Volevo scattarli queste foto mentre si trovava all’interno di un famoso ristorante di Milano. Lui se ne è accorto. Ero nascosto in macchina, con il finestrino abbassato. Eravamo anche abbastanza lontani, non so come abbia fatto a vedermi. Mi è entrato in macchina e ha cercato di strapparmi la macchina fotografica. Non ci è riuscito e se l’è presa con il mio assistente. Sono volati dei pugni e degli insulti. Io ho fatto per scendere dalla macchina, dopo che avevo nascosto la scheda di memoria. Lui è tornato e ha cominciato a chiudermi la gamba nello sportello“.

Dopo, ha fatto per andarsene. C’erano i carabinieri della scorta di Emilio Fede che sono intervenuti. Lo stesso Fede ha testimoniato, raccontando tutto ciò che aveva visto. Da quel momento non l’ho più visto e sentito. L’ho denunciato e ho vinto sia in primo grado che in appello“.