Belen: “Corona era il Re delle buste”. La violenta reazione di Fabrizio in tribunale

Belen Rodriguez è stata citata come teste nel processo a carico di Fabrizio Corona, davanti al collegio presieduto da Guido Salvini, per deporre sulla sua disponibilità di denaro contante nel periodo della loro relazione (dal 2008 al 2012).

L’ex Re dei Paparazzi ha sostenuto, infatti, che tutti i contanti di cui è stato trovato in possesso al momento dell’arresto (distribuiti tra una cassetta di sicurezza in Austria e il controsoffitto dell’appartamento di una dipendente) provenivano «tutti da serate, campagne pubblicitarie e lavoro e li ho fatti tra il 2008 e il 2012».

In particolare, Fabrizio aveva asserito di aver guadagnato la maggior parte di quella cifra grazie alla relazione con Belen («siamo diventati una coppia mediatica eccezionale, come Bonnie e Clyde eravamo, tutto quello che toccavamo diventava oro»).

Presa in causa, Belen si è presentata in tribunale in jeans e maglietta per dire la sua sugli anni d’oro dell’ex fidanzato: «Fabrizio Corona è il signore delle buste di contanti, se Fabrizio non aveva una busta con 10 mila euro nella tasca della giacca non era tranquillo, lui era fissato con i contanti, usava sempre le buste anche al ristorante, ogni volta che salivo in macchina c’erano buste».

La showgirl ha confermato le parole di Fabrizio, ammettendo che tra il 2009 e il 2012 «eravamo ben pagati tutti e due, eravamo una coppia esplosiva».

La Rodriguez, che ha riservato saluti e sorrisi a Corona in tribunale nonostante lo sguardo fisso dell’attuale fiamma di Fabrizio, Silvia Provvedi, su di lei, si è persino commossa quando ha raccontato che «una volta eravamo alle Maldive e lui ha avuto un attacco di panico e siamo arrivati in ospedale con una barca o un elicottero, non ricordo bene. Una volta poi – ha concluso – eravamo nel letto a dormire ed è scoppiato a piangere, aveva paurissima che lo venissero a prendere. Lasciava sempre i suoi problemi fuori casa, ma ogni tanto crollava». 

«So che lui guadagnava tantissimi soldi – ha aggiunto la showgirl – ma sono fatti suoi. Fabrizio è il signore delle buste di contanti, ogni volta tornava a casa con le buste, aveva una carta di credito ma non la usava mai (…) Ho sentito dire parecchie volte dai suoi collaboratori, da un tale ‘José’, che aveva soldi nascosti ma non mi metteva mai nella situazione di sapere quanti e dove li tenesse (…) presumevo li nascondesse e poi se uno ha soldi in nero non è che li tiene nelle cassette di sicurezza, ma li nasconde in casa, poi lui che era sempre sotto controllo …».

«Quando ho saputo degli 1,7 milioni di euro nel controsoffitto non mi sono stupita» ha ammesso Belen.

La testimonianza di Fabrizio è stata ben più movimentata. A un certo punto, sbattendo i pugni sul banco degli imputati, l’ex Re dei Paparazzi si è scagliato contro la Finanza: «Questo è un processo basato sui pregiudizi. Un generale della Gdf diceva al bar ‘per quel coglione di Corona prendiamo la chiave e la buttiamo via prima del mio arresto. Dovrebbero indagare su questo».