Stupro di Rimini, parla la poliziotta: «Impressionante la ferocia di questi ragazzi»

Insieme alla sua squadra, Francesca Capaldo, capo della sezione dello Sco (il Servizio centrale operativo) che si occupa della violenza di genere, è finalmente riuscita ad arrestare anche l’ultimo componente della banda che ha stuprato una turista 26enne polacca e un transessuale peruviana a Rimini la scorsa settimana.

«Mi occupo da tempo di questo tipo di reati, seguo numerose indagini su episodi di violenza – ha raccontato la poliziotta – Ma sono rimasta impressionata dalla ferocia di questi ragazzi. Sono molto giovani, eppure hanno tirato fuori una carica d’odio enorme».

Francesca ha infatti dovuto ascoltare le testimonianze delle vittime, e in particolare quella, raccapricciante, rilasciata dalla transessuale peruviana: «Ha capito che poteva fidarsi, e ha parlato con noi senza imbarazzi. Grazie alle sue parole siamo riuscite a ricostruire ogni dettaglio, è stato come vedere con i suoi occhi che cosa era accaduto quella notte. Ed è stato davvero impressionante».