Gossip News » Attualità » STOP ai compiti a casa: 166 scuole aderiscono alla proposta del Ministero dell’Istruzione

STOP ai compiti a casa: 166 scuole aderiscono alla proposta del Ministero dell’Istruzione

Stop ai compiti a casa: la proposta del Ministero dell’Istruzione, tanto caldeggiata da un preside di Genova, Maurizio Parodi, sta finalmente diventando realtà. O almeno lo sarà, quest’anno, in ben 166 istituti in 5 province italiane (Biella, Verbania, Milano, Torino e Trapani).

A volere i compiti a casa, stranamente, pare siano proprio i genitori degli studenti. Sì, gli stessi genitori che si ritrovano immancabilmente, ogni pomeriggio, a litigare con i figli che hanno giocato tutto il giorno e all’ora di cena non hanno nemmeno cominciato a fare i compiti per il giorno dopo.

«Considerano la quantità di compiti un indicatore di serietà dell’insegnante – ha spiegato Parodi a Vanity Fair – e non si rendono conto che i compiti sono un problema pedagogico e anche sociale molto grave. Basti pensare alle discussioni che nascono in famiglia per il mancato studio pomeridiano dei propri figli».

Parodi (e non è il solo) sostiene che i compiti a casa oltre che inutili siano addirittura dannosi: «Non è mai strato dimostrato che siano utili o necessari, anzi ci sono studi riconosciuti, soprattutto americani, che dimostrano che creano danni. C’è un accanimento morboso che rasenta la crudeltà mentale in Italia. Consideriamo che nelle scuole a tempo pieno si danno i compiti tutti i giorni, nel weekend e per le vacanze».

I compiti a casa sarebbero nocivi perché causerebbero «una repulsione per lo studio, l’odio per la scuola, il disgusto per il libro e la lettura».

«Tante madri, sul nostro gruppo Fb Basta Compiti mi scrivono “mio figlio non legge più perché ha troppi compiti da fare” – fa notare Parodi – L’ Italia eccelle quanto a carico di lavoro domestico, i nostri studenti fanno il triplo, il quadruplo dei compiti dei loro coetanei europei e purtroppo abbiamo dei tassi di analfabetismo funzionale che sono imbarazzanti».