Stupri di Rimini, arriva la confessione: “Sono stato io, chiedo scusa a tutte le donne”

È arrivata ieri pomeriggio l’attesa confessione dell’autore degli stupri avvenuti lo scorso 26 agosto a Rimini ai danni di una turista polacca e di una transessuale peruviana. Il mea culpa, accompagnato da una serie di scuse rivolte a tutte le donne, è arrivato direttamente dal carcere di Villa Fastiggi.

Dopo essersi professato innocente per settimane, il 20enne congolese Guerin Butungu ha ammesso di essere colpevole, parlando per quasi tre ore al pubblico ministero di cosa accadde quella terribile notte.

Butungu, assistito dagli avvocati Mario Scarpa e Ilaria Perruzza, ha infine dichiarato di aver compreso quanto male ha fatto alle vittime e di essere profondamente colpito, aggiungendo le sue scuse ufficiali a tutto il genere femminile.