La Madre di Andrea Bocelli: “Mi dissero che dovevo abortire. Ecco cosa ho fatto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:52

Edi Aringhieri, la madre del tenore Andrea Bocelli, è stata ospite dell’ultima puntata di Domenica In, un’occasione in cui ha parlato delle tappe fondamentali della vita del figlio, ponendo particolare attenzione al momento in cui il piccolo Andrea ha perso la vita quando aveva appena 12 anni. La cecità del tenore è stata causata da un problema in gravidanza: la donna racconta che durante la gestazione, un giorno ha sentito dei forti dolori ed è andata in ospedale temendo di poter perdere il bambino. In quella occasioni i medici le dissero che il figlio sarebbe nato, ma avrebbe avuto un’alta percentuale di rischio di sviluppare una disabilità. Edi non era disposta a rinunciare alla vita del suo bambino, così decise di portare a termine la gravidanza.

In un momento successivo, la donna racconta il momento in cui Bocelli ha sviluppato la sua passione per la musica lirica: “In un ospedale di Torino, quando Andrea conobbe un uomo russo grande amante della musica sinfonica, che ascoltava tutto il giorno durante il suo ricovero. Fu allora che Andrea si rese conto di essere ammaliato da quel genere, arrivando persino a non rendersi conto di trovarsi in una clinica. Non si ricordava più di essere in cura, era affascinato dalla musica”. Una tappa fondamentale per Andrea che lo ha indirizzato verso una passione che lo ha reso famoso in tutto il mondo.