gemma galganiGemma Galgani lancia un messaggio a Tina Cipollari dal salotto di Verissimo dicendosi pronta a riconquistare Giorgio Manetti, il grande amore della sua vita.

IL MESSAGGIO DI GEMMA GALGANI A TINA CIPOLLARI

Ai microfoni di Silvia Toffanin, Gemma Galgani non può non parlare di Tna Cipollari con cui la rivalità è sempre più accesa: “Tina non mi sopporta, non mi può vedere, qualsiasi cosa io faccia la infastidisce, ma non siamo mai arrivati alle mani. Se dovessi dirle qualcosa le direi di farsi i fatti suoi, una volta per tutte, di lasciarmi in pace, di lasciare che io viva le mie storie”.

L’amore di Gemma per Giorgio Manetti è stato davvero grande: “È stato un grande amore quello per Giorgio” spiega Gemma alla Toffanin “assoluto, totalizzante, mi sono annullata volutamente, mi sono sentita la Anna Karenina della situazione. Però c’era uno squilibrio nei nostri sentimenti”. Gemma, inoltre, torna sulla cena con cui si è riavvicinata a Giorgio: “Con quella cena ho risentito le farfalle allo stomaco e sento che anche lui le ha. Ma è bloccato dall’orgoglio e dalla situazione che lo circonda, ed è stato condizionato tanto anche da Tina. Tutte le volte che c’è un avvicinamento tra di noi, lui cerca la sua approvazione e lei non gliela dà. Spero che Giorgio riesca a liberarsi da questo freno”.

Tina Cipollari, tornata single, potrebbe essere un’accesa rivale per Gemma. A tal proposito, la Galgani dice: “È pure tornata singole e quindi adesso è pure diventata una rivale, me li allontana tutti, me li fa scappare tutti, ma Giorgio e Tina mai, anche se lui per rispetto la chiama passerotto, lo fa per farmi dispetto. Lei vorrebbe spezzarmi ma non le riesce e questo la irrita molto. Il cuore è un po’ dolorante, sto passando un momento difficile, ho fatto die passi importanti, ci sono stati dei cambiamenti. In questo momento mi sono riproposta a Giorgio”.

Infine, manda un messaggio a Tina Cipollari: “Cosa dico a Tina? Di farsi i fatti suoi. E di lasciarmi vivere come voglio io, lei vorrebbe che fossi donna omologata della mia età, col puntocroce”.