Carolyn Smith rivela che il cancro al seno è tornato, e che si sottoporrà alla chemioterapia ogni venerdì, prima di Ballando con le Stelle.

Carolyn Smith«Ho un altro intruso. È esattamente dello stesso tipo del primo, ma molto piccolo e molto circoscritto – ha rivelato a bruciapelo il giudice di Ballando Con Le Stelle sulle pagine di Gente – Sapevo di una possibile recidiva, non me l’aspettavo così in fretta».

A due anni dall’ultima cura, la coreografa sa bene cosa la aspetta ora: «Devo sottopormi a 16 sedute di chemioterapia, una a settimana, il venerdì, il giorno prima della diretta di Ballando».

Perché parlarne? «Racconto queste mie esperienze perché certe malattie sono ancora tabù e molte donne hanno bisogno di coraggio e forza. Ora che i medici mi hanno detto cosa mi aspetta mi sono tranquillizzata».

Carolyn Smith: «I miei cani già sapevano del cancro»

Carolyn Smith ci tiene a ricordare che la prevenzione è tutto: «Il male mi aveva già colpito al seno, stavolta me ne sono accorta grazie alla vigilanza e alla prevenzione, ma con la chemio e con il sorriso lo batterò».

E dire che qualcuno se ne era accorto anche prima degli esami. Stiamo parlando dei due cagnolini della Smith, Lady Beautiful Butterfly e Sir Scotty: «Una sera Scotty ha iniziato a grattare e ad annusarmi la mammella sinistra, io gli dicevo: “Amore, è già finito tutto”. Quando ho saputo dell’intruso l’ho ringraziato per avermi avvertito».

Carolyn Smith: lo sfogo su Instagram

Carolyn ha voluto rendere partecipi della notizia anche i suoi follower su Instagram con un lungo post di sfogo: «IO SORRIDO E NON MOLLO MAI! Gli ultimi 10 giorni sono stati terribili perché ho dovuto mantenere segreta una notizia che mi riguarda. L’ho fatto per tanti motivi, uno su tutti per rispetto della mia seconda famiglia, Ballando con le Stelle, per non dare pensieri negativi durante una fase di preparazione dello show ed evitare che la conferenza stampa di giovedì ruotasse attorno al mio stato di salute. Oggi però non riesco più a tenermi dentro questo peso e mi sono raccontata al settimanale “Gente”. Ringrazio il direttore Monica Mosca per l’opportunità e sono felice che una donna si unisca alla mia battaglia; il titolo potrà sembrare freddo ma è giusto che se ne parli senza vergogna. Io sto lottando pubblicamente da ormai due anni non di certo per altri obbiettivi ma per levare la parola tabù da tutto ciò: donne parlatene e non abbiate paura di farlo. Io lo faccio coi miei social, il mio libro e tutti i miei mezzi a disposizione. Non mi fermo qui. Ieri ho ricominciato una seconda lotta ma sorrido e non mollo mai!».