Home VIP - Scoop ed Indiscrezioni dei personaggi del momento Carolyn Smith: “Ho perso degli amici: pensavano che il cancro fosse contagioso”

Carolyn Smith: “Ho perso degli amici: pensavano che il cancro fosse contagioso”

CONDIVIDI

Carolyn Smith racconta al settimanale Chi cosa è cambiato nella sua vita da quando ha scoperto di avere il cancro.

Carolyn Smith

Scoprire per la seconda volta di avere un cancro che pensava di aver sconfitto per sempre, per Carolyn Smith è stata una vera e propria batosta: “Dopo la diagnosi sono tornata a casa, sono andata in giardino e mi sono messa a urlare ‘Perché io? Ho già capito la lezione, non me ne serve un’altra…’. Sapevo bene del rischio di recidiva però sinceramente pensavo che mi avrebbe concesso una vacanza un po’ più lunga”.

Ogni venerdì, a poche ore dalla diretta di Ballando Con Le Stelle, Carolyn si sottopone a una seduta di chemioterapia: “Per fortununa sono in una stanza da sola, posso lavorare, guardare la tv, se riesco dormire… L’importante è fare qualcosa per non pensare”.

Ci sono giorni che preferirei sentirmi dire ‘Sfogati’ invece di ‘Tirati su’ – confessa la coreografa – Ma penso che ognuno debba fare quello che si sente: se hai voglia di piangere piangi, è sicuramente meglio che tenersi tutto dentro, ma non piangerti addosso perché non sei una vittima, siamo in tanti”.

Anche avere a che fare con le reazioni degli altri al suo cancro non è facile per la Smith: “Non sopporto quando mi trattano da malata o mi evitano. Ho perso molti amici e allievi da quando ho parlato del mio tumore, forse pensavano che fossi contagiosa o magari non sapevano cosa dirmi perché gli facevo tristezza. E questo fa capire quanto sia ancora un tabù. Invece è importante parlarne per dire che è una malattia da cui si può guarire, soprattutto se si scopre presto: per questo bisogna fare i controlli senza paura”.

La lotta al suo mostro ha trasformato Carolyn Smith in una persona più calma e comprensiva, persino con i concorrenti e con gli altri giudici di Ballando Con Le Stelle: “Ho già abbastanza problemi miei per arrabbiarmi per le cavolate che dicono. Soprattutto ho imparato a essere sorda totalmente dal lato sinistro del bancone. Ma non posso delegittimare nessuno, ognuno di noi è lì con il suo compito. Mariotto con la sua pazzia. Selvaggia con il suo peperoncino. Canino come showman. Zazzaroni come ex concorrente. A volte il mix viene fuori bene – conclude la coreografa – altre volte vorrei strapparmi i capelli. Ma visto che non li ho persi sarebbe un peccato”.