Accendiamo i motori, c’è in programma un importante evento per la Serie A 2018-19. L’appuntamento iniziale, è quello canonico del calendario. A dare il via, ci penserà lo studio Sky a Milano Santa Giulia. L’evento inizierà alle ore 18.45 e sarà possibile seguirlo su Sky Sport Uno e Sky Sport ICC (canale 208). Sarà condotto dai volti noti di Leo di Bello e Giorgia Cenni. La Serie A inizierà sabato 18 agosto alle ore 18 e terminerà domenica ventisei maggio 2019.

Tante novità per la Serie A: si parte!

Quest’anno, ad attenderci, numerose novità. La prima, è che l’offerta completa per seguire il calcio nostrano si consegue effettuando due abbonamenti: Sky (che detiene sette partite a giornata), e DAZN che possiede i diritti dell’anticipo delle 20.45 di sabato, del lunch match della domenica e di una delle partite delle tre. Dite addio, a proposito, al vecchio orario della diretta goal pomeridiana. Quest’anno, in accordo al British style, l’offerta di match sarà spalmata su tutto il weekend. Ogni giornata, un match alle 3, uno alle 6 e uno alle 8.45 del sabato post meridian, per dirla alla londinese. Poi, la domenica, oltre alla partita delle 12.30, solo tre match alle 3, uno alle sei e il posticipo delle nove meno un quarto. Dulcis in fundo, il monday night come fanalino di coda, a volte anticipato al venerdi quando giocano le nazionali o prima di un infrasettimanale. Bookmakers ringraziano. Gli amanti di fantacalcio e del vecchio pallone sbuffano e incassano l’ennesimo colpo. Chissà se a tirare troppo, la corda non si spezza.

Si gioca anche il 29 dicembre

Tre saranno gli infrasettimanali, alla sesta giornata dell’andata (26 settembre 2018), alla 18esima giornata dell’andata (mercoledì 26 dicembre 2018) e alla 11esima giornata del ritorno (3 aprile 2019); martedì un match alle 21, mercoledì uno alle 7 e sei alle 9 p.m., giovedì uno alle ventuno. Ne resta uno, da decidere a seconda dei casi se darlo al martedì o al giovedì. Si giocherà il boxing day, mercoledì 26 dicembre, con Santo Stefano primo martire a benedire dieci match su dieci. Si gioca anche il 29 dicembre, due giorni prima di San Silvestro, poi una lunga pausa dal campionato fino al venti gennaio. In questi giorni ci saranno anche gli ottavi di Coppa Italia, per la precisione il tredici gennaio. Sistematica è infatti la scelta di dare weekend interi a ogni turno di Tim Cup. I prossimi tre, ossia domenica 29 luglio, e le domeniche di 5 e 12 agosto, daranno luogo ai turni eliminatori. Si torna in campo con il quarto turno il cinque dicembre. Il 13 gennaio i già citati ottavi, il 30 dello stesso mese i quarti. Andata e ritorno delle semifinali il 6 e il 27 febbraio. La finale di Roma si giocherà mercoledì 25 aprile, giorno della patria liberazione.
Sei saranno i weekend senza Serie A: quattro per le nazionali, ossia il 9 settembre, 14 ottobre, il 18 novembre e 24 marzo e i due per la sosta di gennaio, cioè il 6 e il 13, che però è rimpiazzato dalla Coppa Italia.

Calendario Serie A, regole per il sorteggio

Passando alle regole per il sorteggio, alla prima giornata e all’ultima non potranno esserci partite già disputate, a prescindere da chi ospita, nelle rispettive prima e ultima giornata degli ultimi due campionati. Così come non potrà esserci un incontro uguale anche nell’ordine di casa e fuori casa tra due squadre, alla stessa giornata rispetto allo scorso calendario. No ai derby alla prima e all’ultima, né negli infrasettimanali, e solo uno a giornata. Negli infrasettimanali neanche sfide tra Inter, Juve, Milan, Napoli e le romane. Empoli e Fiorentina, torinesi, milanesi, romane e genovesi si alternano tra di loro canonicamente casa e fuoricasa. É possibile che squadre giochino due match di seguito lontano da casa o due nel proprio stadio, ma solo una volta a girone. Due volte può accadere al massimo ogni girone, ma per forza una coppia in casa e una in trasferta. Nelle ultime quattro partite, l’alternanza é rispettata per tutti. Tra un turno di Europa League e uno di Champions, nella giornata non potranno scontrarsi squadre appartenenti alla prima (Lazio, Milan e Atalanta), contro quelle della seconda competizione (Juve, Inter, Napoli e Roma). Alcune squadre, per motivi extracalcistici, hanno espresso di non poter garantire il funzionamento dei propri impianti per alcune giornate. Napoli, Frosinone e Cagliari giocheranno infatti la prima in trasferta. Vi abbiamo detto davvero tutto, ora non resta che goderci lo spettacolo, e fare i primi scongiuri sui calendari delle nostre squadre del cuore.