Giusy Ferreri tra le critiche: tutti contro di lei per quel gesto

Aretha Franklin, regina del soul, volto copertina indiscusso dell’immaginario afroamericano, è venuta a mancare lo scorso 16 agosto. E Giusy Ferreri, che con quel suo tono, qualcosa di afro ce lo ricorda, é stata protagonista di un tributo, effettuato la sera dello stesso sedici di agosto, al Deejay On Stage di Riccione, insieme ad artisti come i Boombadash e gli Street Clerks. Ma il tributo, esauritosi in due cover di canzoni come “Think” e “I say a little prayer”, non è piaciuto ai fan della cantante scomparsa.

Un gesto da evitare? Giusy Ferreri criticata per l’omaggio ad Aretha Franklin

La scelta di improvvisare uno show dedicato all’icona della musica soul non è stata delle migliori. I protagonisti, infatti, hanno giustificato la scarsità della loro performance con la mancanza di tempo necessario a preparare lo spettacolo commemorativo. Inoltre, non ha colpito positivamente il fatto che la Ferreri abbia dovuto ricorrere ai foglietti con su scritti i testi, foglietti che teneva in mano. Così, un utente di Twitter: “Il sentito omaggio di Giusy Ferreri che ha bisogno di un foglio per leggere ‘Oh freedom’. Altri, sono i commenti poco lusinghieri nei confronti della performance della cantante italiana: “Bisognerebbe essere UMILI, specialmente di fronte ad una immensa regina della musica come Aretha. Non sei stata umile, dovevi lasciare perdere non farle un tributo, magari solo un Umile applauso sarebbe bastato. Chiedi scusa Giusi, hai offeso la musica, hai offeso LEI”, o oppure “Io un esamino di coscienza per l’esibizione che hai fatto me lo farei… hai sputato su un ARTISTA di un TALENTO mostruoso… hai vomitato parole di una CANZONE STORICA con un cazzo di foglio davanti… è questa la tua professionalità? Io mi vergognerei… veramente… poi fai te…” Inoltre, Cheryl Porter, cantante statunitense trasferitasi in Italia, che ha pubblicato un video che commenta la performance di Giusy, ha giudicato scandalosa l’esibizione della cantante.