Diletta Leotta, conduttrice di DAZN, si è ritrovata al centro di una vera e propria bufera scatenata dai commenti arrivati al suo post su Instagram. Tanti complimenti, certo, ma alcuni sono veramente irripetibili ed all’insegna della volgarità. 

Purtroppo, ovviamente non per colpa sua, il putiferio si è scatenato proprio ad una sua foto. Foto normalissima, tra l’altro, mentre fa il bagno in piscina. Qualcuno ha voluto proprio esagerare con i commenti e ha dato vita ad un qualcosa di veramente vergognoso. Tante battutine squallide che non fanno ridere proprio nessuno, tanto meno Diletta che sicuramente proverà soltanto imbarazzo di fronte a commenti del genere. Insomma, i complimenti ad una persona si possono fare in tanti modi. Di sicuro, non in questo modo. Tra l’altro, per essere lì a commentare i suoi post, vuol dire si tratti di fans di Diletta… pertanto, perché scrivere delle frasi del genere? I commenti ‘sobri’ che esprimono sentimenti sinceri sono pochi, purtroppo, come questi:

Addirittura, tra gli altri, c’è un commento che fa riferimento al Ponte Morandi che consideriamo scandaloso e non abbiamo alcuna voglia di riportarlo in questo testo. Ci limitiamo a riportare che quelle parole che abbiamo letto sono state ravvisate anche da altri utenti che hanno prontamente segnalato il commento e invitato tutti gli altri a fare lo stesso.

L’esordio da dimenticare di DAZN

Sì, purtroppo l’esordio di DAZN con la Serie A è da dimenticare. Tuttavia, l’unica nota positiva è proprio Diletta Leotta che ha incantato i telespettatori per l’intera serata. Il giorno dopo, infatti, insieme alle minacce di risoluzione del contratto, nel web circolavano tantissime immagini che immortalavano Diletta Leotta mentre era in diretta televisiva.

Certo, adesso DAZN si ritrova in un momento molto difficile. Tuttavia, questo capita spesso a chi vuole mettere su una vera e propria rivoluzione. Negli ultimi giorni è arrivato addirittura l’esposto da parte del Codacons che, come strumento di rappresentanza di interessi diffusi, ha rappresentato all’Agcom “il disorientamento e l’arrabbiatura di gran parte dei clienti Sky e Premium”, che per la maggior parte si sono sentiti “defraudati” dalla piattaforma. Come andrà a finire? Beh, lo capiremo restando a guardare la Serie A nei prossimi appuntamenti. Magari, le cose andranno meglio…