Maurizio Mattioli, noto attore e doppiatore romano, scoppia a piangere su Rai 1 vedendo la foto della moglie, morta nel 2014 

Maurizio Mattioli, attore e comico italiano, conosciuto per il ruolo di Augusto Cesaroni nella famosa serie “I Cesaroni” o, ancora, per i numerosi film e doppiaggi di cui è stato protagonista, è stato al centro di un momento davvero toccante e commovente. Ospite del famoso programma di Rai1, intitolato “Storie Italiane” e condotto da Eleonora Daniele, ha iniziato a ricordare e raccontare il suo ma, soprattutto della moglie, tragico destino. Era il 16 ottobre 2014 quando la moglie, Barbara Davita, è venuta a mancare in seguito ad un tragico incidente avvenuto 7 anni prima. L’attore racconta, con la voce tremante, di aver ricevuto la notte dell’incidente una telefonata dai carabinieri, che lo invitavano a recarsi all’ospedale, in quel preciso momento è chiaro a tutti la reazione dell’uomo, infatti, l’attore afferma: “mi è cascato il mondo addosso”.

Maurizio Mattioli racconta il suo dolore: la tragica morte della sua amata moglie

Il racconto del buon Maurizio avviene in seguito all’invito, da parte della conduttrice, di ascoltare una canzone, al quale l’attore era molto legato: “Io non piango” di Franco Califano. Sarà stata sicuramente la canzone ma soprattutto la fotografia che vede ritratti la coppia di coniugi abbracciati, a far scoppiare l’attore in lacrime, nonostante la sua resistenza. Seguono delle rivelazioni fatte da Maurizio Mattioli: “L’incidente di mia moglie è stato un colpo terribile mi è cascato tutto addosso. Poi, da lì, 7 anni di passione, soprattutto di sofferenza emotiva: anche mia moglie avrebbe preferito finirla prima, in quei pochi momenti di lucidità mi faceva capire che soffrire in quella maniera, inutilmente, senza un minimo di speranza… Per sette anni è stata veramente brutta”. Da queste parole è facilmente comprensibile il dolore dell’attore, nonostante siano già passati 4 anni da quel terribile giorno.