Nina Moric, il tatuaggio su Corona in bici e il motto “Viva la libertà”

I fans della coppia Moric-Corona hanno sperato davvero in un ritorno di fiamma. E quel tatuaggio sulla schiena di Nina era la prova di un legame ritrovato dopo anni di scontri a colpi di social e ospitate in tv. Ci hanno creduto tutti che quella sagoma tatuata sul fondo schiena della bella modella croata fosse del suo Fabrizio. Quella sagoma di uomo che cade dalla bici ricorda proprio il ruzzolone di un sorridente Corona in bici qualche tempo fa in centro a Milano. Come se non bastasse il disegno è accompagnato dalla frase che l’ex re dei paparazzi cantava prima di cadere sui binari del tram, una frase ripetuta spesso da Corona dopo la fine della lunga e spiacevole vicenda giudiziaria che lo ha visto protagonista negli ultimi anni: “Viva la libertà!“. Ma ecco arrivare subito la smentita della diretta interessata su Instagram. Nina, nonostante il grande affetto che la lega al padre di suo figlio Carlos ha fugato ogni dubbio:

“Non sarebbe stato da me fare un tatuaggio del genere, si è trattato di un simpatico scherzo a cui come sempre cascano tutti”

LEGGI ANCHE —> Patrick Baldassari, lavoro, età e figlia: tutto sul fidanzato di Valeria Marini

Se vuoi sapere altre news su Temptation Island Vip leggi qui –> Temptation Island Vip, l’enorme dramma di Andrea Cerioli

Nina Moric, il vero tatuaggio sulla schiena della modella

Inutile sperarci dunque. La Moric non si è tatuata sulla pelle la scena un po’ imbarazzante del suo ex che cade dalla bici inneggiando alla libertà. Si è trattato solo di uno scherzo, ma a quanto pare ci sono cascati tutti, fans e giornalisti. Eppure non sembrava così impossibile dopo le voci insistenti di un loro riavvicinamento e le vacanze insieme in Puglia la scorsa estate. Ma in realtà il tatuaggio ancora in lavorazione sulla bella Nina non è un segno dell’intesa ritrovata col “suo” Fabrizio, anzi esprime tutta la voglia di libertà della modella croata: un paio di ali sulla schiena disegnate dal suo tatuatore di fiducia Simone Vessichelli. Quindi nessuna follia d’amore, ma solo uno scherzo ben riuscito.