Versace, l’accordo per la cessione della casa di moda è stato firmato: Michael Kors compra il gruppo italiano.

Ormai è ufficiale: un’altra punta di diamante del made in Italy vola all’estero. Dopo Valentino e Ferrè, stavolta la Medusa della moda ha subito un cambio di testimone. La famosa casa di moda fondata da Gianni Versace nel 1978 è ora nelle mani dell’imprenditore americano. Dopo le voci insistenti su una vendita per la cifra di 2 miliardi di dollari, oggi il mistero è stato svelato. La Maison acquirente firmata Michael Kors è riuscita ad accaparrarsi il 100% del gruppo Gianni Versace Spa per 1,83 miliardi di euro. Dopo l’acquisizione della lussuosa etichetta Jimmy Choo dello scorso anno, anche gli abiti Versace hanno suscitato l’interesse della Michael Kors Holdings. Santo, Donatella e la figlia Allegra, che prima della vendita, detenevano l’80% del brand italiano, adesso saranno soci di minoranza con quote di 150 milioni di euro. Ma Donatella sarà ancora direttrice creativa delle prossime collezioni in passerella.

Versace, i nuovi obiettivi del gruppo Kors dopo l’acquisizione del marchio

Se la mente creativa del gruppo resterà quella di Donatella, nuovi e diversi sono gli obiettivi del gruppo Kors. I propositi sono quelli di portare la griffe oltre lo standard attuale. “Santo, Allegra ed io siamo consapevoli che questo prossimo passo consentirà a Versace di raggiungere il suo pieno potenziale“: queste le parole della sorella di Gianni Versace alla ufficializzazione della vendita. La Holding americana sogna in grande e auspica di superare i due miliardi di dollari di ricavi, attraverso l’espansione della rete retail dai 200 ai 300 store in tutto il mondo. Oltre a potenziare la vendita al dettaglio, altro fondamentale obiettivo sarà lo sviluppo dell’e-commerce e di alcuni settori dell’azienda come quello degli accessori e delle calzature per uomo e donna. Non senza rimpianti l’Italia è costretta a salutare la grande azienda italiana fondata nel 1978 dal talentuoso Gianni partita ormai alla ricerca di altri “lidi”.